Seleziona una pagina

EUNKA RUSSIA 2016

 

 

L’associazione A.S.D. EUNKA (diretta dal Maestro Renzo Scalmati) si è recata nuovamente in Russia per tenere uno stage settimanale multidisciplinare di Karate Shotokan, Shaolin Chuan e Tai Chi. Questa manifestazione sportiva è ormai una tradizione consolidata per la EUNKA, che dal 1990 in poi si è sempre recata in Russia per la divulgazione delle arti marziali classiche. Quest’anno lo stage si è tenuto a Serpuchov, città situata a 100km a sud di Mosca e che sorge sul fiume Nara.  L’evento è come sempre organizzato dagli allievi/istruttori russi del Maestro Scalmati, che insegnano il karate e il Kung Fu nelle città di Serpuchov e Tula. La loro accoglienza è sempre molto calda ed ospitale e in questo articolo vi racconteremo la splendida esperienza di viaggio, che ha racchiuso elementi culturali, storici ed ovviamente marziali!!!

30/4/2016  LA PASQUA ORTODOSSA

Easter eggs, built in to the small basket

 

La Pasqua Ortodossa cade la domenica che segue la prima nuova luna dall’equinozio di primavera. Tendenzialmente quindi non si festeggia lo stesso giorno della Pasqua Cattolica, ciò non è valso ad esempio per il 2011 e anche per il 2014 che è invece caduta nello stesso giorno. Questa volta però, è stata una splendida coincidenza, perché il giorno del nostro arrivo è coinciso esattamente con la vigilia della Pasqua, arrivando alle ore 23.00 di sabato 30/4/2016. I nostri amici russi ci stavano aspettando davanti all’albergo di Serpuchov alle ore 23.30, per andare subito a celebrare la Pasqua ortodossa al bellissimo monastero di Vyisotsky, all’interno del quale si sarebbe svolta una processione con la venerazione di numerosissime icone della Madonna. E’ stato emozionante vivere subito questo momento spirituale molto sentito dalla popolazione e abbiamo partecipato attivamente alla cerimonia, camminando sotto un magnifico cielo stellato all’interno del monastero, circondati dalle candele accese e accompagnati dal costante suono delle campane.

1/5/2016 I PREPARATIVI DELLE PARATE MILITARI NELLA CITTA’ DI SERPUCHOV

parata

 

Il giorno seguente era Pasqua in Russia e , dopo aver mangiato il Kulic’ (tipico dolce pasquale) ci siamo recati nel centro della città di Serpuchov per assistere ad una breve, ma intensa parata militare. Il 9 maggio era ormai alle porte e la città era in fermento per questo evento storico così improntante per la storia della Russia. Questa è una data indimenticabile, perché segna la fine della seconda guerra mondiale. La Giornata della vittoria (in in russo: День Победы?, traslitterato in caratteri latini Den’ Pobedy, a volte Den’ Pobedi) viene celebrata il 9 maggio, in memoria della capitolazione della Germania nazista durante la seconda guerra mondiale (conosciuta anche come la Grande guerra patriottica in Unione Sovietica e alcuni Stati post-sovietici).La resa fu firmata nella tarda sera dell’8 maggio 1945 (già il 9 maggio a Mosca), in seguito alla capitolazione concordata in precedenza con le forze alleate sul fronte occidentale. Il governo sovietico annunciò la vittoria la mattina del 9 maggio, dopo la cerimonia di firma avvenuta a Berlino. Tuttavia, è solo dal 1965 che la Giornata della vittoria è stata proclamata festa nazionale. Abbiamo assistito con curiosità al comizio ed è stato particolarmente suggestivo respirare un così forte nazionalismo, anche se ai nostri occhi può sembrare soprendente. Alcuni dei nostri amici russi, istruttori di Karate allievi del Maestro Scalmati, sono militari in congedo e alcuni reduci della guerra in Afghanistan (combattuta dal 1979 al 1989). Partecipare a questo evento in loro compagnia è stata un’esperienza molto intensa. In un solo giorno abbiamo vissuto un potente contrasto.Da un lato la speranza e la serenità delle preghiere della Pasqua Ortodossa, dall’altro gli spari dei fucili a salve e i motti nazionali di un giovane esercito determinato.

 

2/5/2016 -4/5/2016 STAGE DI KUNG FU

Lunedì 2 maggio iniziarono gli allenamenti di Kung Fu. La mattina dalle 10 alle 12.30, mentre il pomeriggio dalle 17.00 alle 19.30. Allo stage parteciparono gli istruttori di Kung Fu russi con i propri allievi di Shaolin e Taichi, adulti e bambini. Il Maestro Renzo Scalmati, all’età di 64 anni, non si è risparmiato nemmeno un secondo, dando a tutti noi spiegazioni tecniche di altissimo spessore e dimostrandoci la sua abilità con esercizi davvero elevati dal punto di vista atletico. Le sue spiegazioni sono state davvero esaustive per tutti gli allievi di ogni età e livello di esperienza. Un ragazzo di soli 14 anni ha fatto una domanda molto profonda e siamo rimasti tutti a bocca aperta: “Maestro in che modo posso mantenere in equilibrio gli organi interni attraverso l’allenamento”? I praticanti russi si impegnano molto nelle discipline sportive e desiderano andare a fondo nelle cose, capire i concetti e i particolari per migliorare costantemente. E’ davvero un piacere interagire con questo genere di persone, perché nasce un dialogo costruttivo e reciprocamente utile. Il momento più affascinante dello stage, oltre alle interessanti lezioni sulle applicazioni, sulle leve articolari e sulla respirazione, è stato sicuramente assistere alle spiegazioni delle cadute. Il Maestro Scalmati ha fatto vedere ai ragazzetti tutte le cadute dello Shaolin e siamo rimasti estasiati dalla plasticità della sua tecnica, veloce, pulita, leggera. Esattamente come vedere in diretta  un bravo scultore realizzare una splendida opera d’arte!

3/4 maggio 2016

Martedì 3 e mercoledì 4 maggio abbiamo ripetuto l’interessante allenamento di Tai Chi Chuan nella palestra di Yura a Serpochov. Il Maestro  ha completato la spiegazione dei 4 Lu con degli approfondimenti sulle applicazioni ed è stato davvero interessante scoprire alcune dinamiche relative alle leve articolari, ai punti vitali, ma soprattutto al corretto utilizzo della “forza”.

PHOTO 

5/6/7 maggio 2016

Nei giorni successivi (giovedì, venerdì e sabato) il Maestro Scalmati si è dedicato allo stage di Karate, presso il centro sportivo comunale della città di Serpuchov. Gli allenamenti si sono svolti mattina e pomeriggio per un totale di sei ore al giorno. Il Maestro Renzo Scalmati si reca in Russia dal 1995, dove coordina un ampio gruppo di istruttori e maestri di karate. A partecipare a questa edizione 2016 sono state le palestre di Sercpuchov, Tula, Protvino e Checov, che dal moltissimi anni seguono il Maestro Renzo Scalmati e i collaudati programmi didattici della EUNKA.

FullSizeRender-2

Questo seminario è stato dedicato principalmente ai bambini e alle cinture colorate. In Russia il Karate è davvero una cosa seria e i bambini sono molto preparati, disciplinati e volenterosi. L’agonismo è un aspetto predominante nelle attività sportive in Russia, ma il senso di marzialità è molto radicato ed è stato ben tramandato dagli istruttori e maestri. Il Maestro Scalmati  ha alternato esercitazioni di Kihon,Kihon ippon Kumite, Kata e Bunkai. Oltre alla parte pratica, in cui i bambini hanno applicato tecniche del Kata Heian Shodan come non avevano mai visto prima d’ora, il Maestro Scalmati  si è dedicato alla divulgazione di importantissimi principi teorici.

FullSizeRender-2

Prendendo spunto da esempi molto semplici della vita quotidiana, i bambini hanno potuto fare delle splendide analogie tra il karate e le dinamiche della vita di tutti i giorni. Tutti sono rimasti molto soddisfatti e meravigliati da alcune spiegazioni. Imparare l’arte della guerra per diffondere sempre di più la Via della Pace.

FullSizeRender-2

https://www.facebook.com/profile.php?id=100009470165397&sk=photos&collection_token=100009470165397%3A2305272732%3A69&set=a.1631278073864516.1073741834.100009470165397&type=3